Il latte

L’azienda effettua, con l’ausilio di idonei automezzi di proprietà, la raccolta giornaliera del latte da circa 200 aziende ovi-caprine del Campidano, la più vasta pianura della Sardegna, una delle più incontaminate e delle migliori per la coltivazione in Europa e per allevamento caprino Murciano-Granadina. Questa situazione geografica privilegiata, assieme al clima favorevole, rende possibile lo sviluppo di un allevamento di gran qualità tutto l’anno.

LATTE DI PECORA

 

Il latte ovino è un latte molto più ricco di quello di vacca. La percentuale di carboidrati (il lattosio) è simile a quella del latte vaccino ma la quantità e la qualità dei grassi e delle proteine risulta notevolmente diversa. Il latte di pecora crudo o pastorizzato ha un sapore neutro molto simile a quello di vacca e appare di colore bianco porcellanato, più chiaro rispetto a quello di vacca per la minore presenza di carotene, e con una maggiore viscosità a causa del più elevato contenuto di sostanza secca.
Il latte di pecora contiene una quantità di grasso più che doppia rispetto a quello di mucca e di capra, che varia anche di molto a seconda del periodo, della razza e dell’alimentazione. In genere si va dal 6 all’8%, con punte del 10-11%.
I globuli di grasso del latte di pecora sono più piccoli e quindi tendono a sfuggire nel siero durante la lavorazione, producendo una ricotta più grassa e saporita rispetto a quella di vacca.

La pecora sarda, in particolare, rappresenta oltre il 50% del patrimonio ovino italiano. E’ una razza originaria della Sardegna, probabilmente discende dal muflone e viene allevata anche nel Lazio, in Toscana, in Umbria, in Abruzzo, nelle Marche, in Sicilia e in Calabria e in alcuni paesi del mediterraneo tra cui la Tunisia e la Spagna. Ad oggi in Italia ci sono circa 4.000.000 di capi, di cui un buon 60% allevato solo in Sardegna.

Razza rustica e molto produttiva, in Sardegna viene ancora allevata in modo estensivo e transumante. La principale caratteristica per la quale viene allevata è la forte produzione di latte.

La composizione del latte ovino risulta caratterizzata da una notevole variabilità compositiva dovuta:
a fattori genetici
• allo stadio di lattazione
• all’alimentazione
• alle condizioni di allevamento.
Risulta, comunque, un contenuto di grasso e proteine molto più elevato rispetto al latte vaccino, ed è proprio in relazione a queste caratteristiche che il latte di pecora viene normalmente utilizzato dall’industria lattiero casearia.

LATTE DI CAPRA 

 

Tutto il latte di capra da noi destinato alla caseificazione, proviene dalla razza Murciano-Granadina, razza di origine spagnola con una spiccata attitudine lattifera (fino a 1200 litri per lattazione), con una produzione di latte particolarmente adatto alla caseificazione.

Tutti i nostri fornitori vengono selezionati in base alla documentazione dell’intero processo produttivo, dalla tipologia di allevamento al mangime, all’uso di tecniche di allevamento biologiche e rispettose degli animali.

Uno staff di esperti altamente qualificato e multidisciplinare (veterinari, agronomi alimentaristi, microbiologi, biologi) effettua direttamente con i titolari delle aziende agricole fornitrici di latte la scelta dei capi caprini da allevare per la produzione di formaggi e per altri prodotti a base di latte di capra.

Viene controllato accuratamente il tenore di grassi e proteine caratteristico della razza. Il latte proveniente da tale razza, infatti, è più ricco sia in grassi (4,5 – 5,5%) che in proteine (3,5 – 4,5%) e migliore per la caseificazione.

Noi utilizziamo solo il latte delle capre Murciano-Granadina allevate in Sardegna.

 

Il controllo del processo inizia nelle fattorie delle capre murciano-granadine dove i proprietari collaborano con i veterinari ed gli alimentaristi per il miglioramento della qualità del latte, al fine di poter fornire un latte con le migliori garanzie sanitarie.

L’alimentazione delle nostre capre è composta in parte dall’allevamento semi brado e in parte dalla selezione dei migliori miscugli scelti da esperti in nutrizione ed elaborati dai nostri alimentaristi.

Le modalità di conduzione dell’allevamento caprino sono ispirate al continuo miglioramento delle condizioni di vita e salute delle capre della nostra filiera.

Solo in questo modo Murgia può garantire al 100% il latte utilizzato nella produzione di formaggi di capra altamente pregiati.

 

Il latte di capra è un’ottima alternativa al latte di vacca e alle bevande simili (quali quelle vegetali di soia, riso e mandorla). Soddisfa in ogni individuo i bisogni nutrizionali specifici per età, stile di vita, attività fisica e stato di salute. Il latte di capra ha un elevato contenuto di calcio ed è quindi particolarmente indicato per bambini ed anziani, è solitamente ben tollerato anche da chi è allergico alle proteine del latte vaccino (consultare un sempre un medico), è caratterizzato da acidi grassi a catena corta che lo rendono più digeribile rispetto al latte vaccino e ha un buon contenuto di sali minerali, quali potassio, rame, manganese e ferro, nonché vitamine A-B-C-E. La sua composizione unica lo rende particolarmente utile nell’alimentazione dei neonati, dei bambini che hanno allergie alimentari e degli anziani. Il latte di capra, dopo quello di asina, è quello più simile al latte materno.

 

Le intolleranze alimentari sono in continuo aumento. Trovare soluzioni è diventata la nostra missione. E’ stata la volontà dei consumatori a spingere la nostra azienda alla creazione di nuovi prodotti, tutti rigorosamente adatti agli intolleranti al latte vaccino.