Sa genti arrubia, la gente rossa ovvero… i fenicotteri

I Sardi li chiamano affettuosamente “sa genti arrubia”, la gente rossa, per la loro caratteristica colorazione che va dal rosa al rosso, dovuta principalmente ad un piccolissimo gamberetto rosaceo di cui si nutrono, contenente un pigmento color rosso porpora. Appartengono alla famiglia dei grandi uccelli acquatici e il loro nome deriva dal greco ala di porpora , evidente richiamo alla loro colorazione.
I fenicotteri rosa (Phoenicopterus ruber roseus )si sono stabiliti soprattutto negli stagni di Posada e Molentargius, zone protette dalla convenzione di Ramsar, dove convivono con oltre 200 specie di volatili come l’airone, la garzetta, il pollo sultano, il cavaliere d’Italia, il germano, l’avocetta.

Per saperne di più www.regione.sardegna.it/messaggero/2006_settembre_32.pdf